mercoledì 19 novembre 2014

Anche le tempeste più forti iniziano con un fiocco di neve


SNOW LIKE ASHES (ENG)

Autore: Sarah Raasch
Titolo originale: Snow like ashes
Genere: Fantasy
Difficoltà lingua: 7
Casa editrice: Harper Teen/Balzer & Bray
Anno: Ottobre 2015 (USA)
Link: Goodreads ; Buy it
Trama: (tradotta)
Sedici anni fa il Regno d'Inverno venne conquistato e la sua gente resa schiava, lasciandoli senza magia e senza monarca. Oggi, l'unica speranza per i cittadini d'Inverno è riposta negli 8 fuggiaschi che riuscirono a scappare, che da allora aspettano l'opportunità per riprendersi la magia d'Inverno e ricostruire il regno.Resa orfana durante la sconfitta di Inverno, Meira ha vissuto tutta la sua vita da rifugiata, cresciuta dal generale Sir. Allenandosi per diventare una guerriera - disperatamente innamorata del suo migliore amico, e futuro re, Mather - farebbe di tutto per aiutare alla nuova ascesa del suo regno.Quando, dopo una spedizione di ricognizione, viene scoperto il luogo dove si trova il medaglione che contiene la magia di Inverno, Meira decide di partire per andare a cercarlo. Finalmente ha l'opportunità di scalare torri, combattere i nemici e servire il suo regno come ha sempre sperato. Ma la missione non va come pianificata, e presto Meira si ritrova all'interno di un gioco di magia nera e politica pericolosa - per poi infine scoprire che il suo destino non le è mai appartenuto. 

"Loro fanno decisioni e modellano il tuo futuro,il trucco è rimanere te stessa nel processo"

Oh, wow.
Ho pensato esattamente questo appena voltata l'ultima pagina.
Di fantasy che mi sono piaciuti ce ne sono stati tanti, ma bene o male quasi nessuno è mai riuscito a conquistarmi completamente. Vuoi per il protagonista, vuoi per il mondo creato dall'autore, molto spesso inutilmente intricato e di scarsa comprensione.
L'unico che è riuscito a generarmi una vera e propria ossessione è Il Trono di Spade, ma Mr. Martin ci sa fare. Si sa.
Fino a quando non ho visto questo libro su Goodreads, la cui descrizione mi ha affascinata dalla prima riga.
Ebbene, non ho potuto fare a meno di innamorarmene completamente durante la lettura.
Snow like ashes è ambientato in un mondo in cui dire che amerei vivere è poco: il regno di Primoria è principalmente diviso in quattro regni, diversificati tra di loro a seconda della stagione che li caratterizza.
Abbiamo infatti Inverno, Autunno, Estate e Primavera. In essi, ognuna di queste stagione fa da padrona assoluta caratterizzando tutto: i colori, le caratteristiche fisiche degli abitanti, le loro occupazioni privilegiate, le loro tradizioni.
Al di quattro regni ne abbiamo altri, tra cui quello di Cordell, i cui abitanti incontreremo nel susseguirsi degli eventi, e che saranno essenziali per lo svolgimento della storia.
Ciò che caratterizza e affascina di più di Snow like ashes è sicuramente l'elemento della magia. Questo mondo ne è intriso.
La magia è principalmente incapsulata in talismani, custodita dai re e regine che ne fanno vario utilizzo. E' la magia che rende gli eserciti più forti, che rende prosperi e sicuri i regni. Ed è una magia simile, diversa e oscura, che accecherà Angra, re di Primavera, nella sua folle conquista del regno di Inverno.
Mentre tutti i cittadini sono resi schiavi o uccisi, gli ultimi 8 superstiti cercano disperatamente un modo per tornare indietro e per conquistare ciò che è stato sempre loro di diritto.
Someday we will be more than whispers in the dark
Ma per farlo è necessario risalire all'esatta ubicazione del talismano magico, l'unica cosa che permetterà loro di riportare il regno di Inverno alla sua antica gloria.
Quando anche quest'ultimo puzzle è risolto, Meira non vede l'ora di partire per andarlo a prendere.
Quanto ho amato questa ragazza. Forte e coraggiosa, con la testa sulle spalle e la voglia di dimostrarsi all'altezza di qualcosa che rimane più grande di lei. Leale e pure in fondo semplicemente una ragazza di 17 anni.
Meira è stata portata via da Sir, generale dell'esercito di Inverno. Un uomo di poche parole, letale quanto la sua bravura in battaglia. E' stata cresciuta come una guerriera da quello stesso generale che in fondo vorrebbe per lei una vita diversa, una vita tranquilla al riparo da spade e battaglie.
Nulla però potrà convincere la ragazza, che accompagnata dalla sua arma preferita, se la vedrà brutta in molte occasioni. Si troverà in situazioni al di la di ogni possibilità apparente di sopravvivenza, a dover tirare fuori tanto coraggio e astuzia. 
Meira è la ragazza che riesce a incastrare passo dopo passo i pezzi di un regno perduto, che riesce a tener duro nonostante spesso gli eventi sembrano volerla relegare ad un ruolo completamente inaspettato, a cui lei non appartiene.
La ragazza la cui esistenza si rivelerà più che essenziale.
Conosciamo anche Mather e Theron. L'uno, compagno di infanzia e avventure di cui Meira è segretamente innamorata da sempre, l'altro è l'erede al trono di Cordell, a cui la ragazza si ritroverà legata in un modo piuttosto inaspettato.
La figura di Theron è quella che mi è piaciuta di più fra i due. Coraggioso e sensibile, un personaggio raro. 
Cioè che mi ha lasciata più colpita è la relazione che si viene a creare tra lui e Meira; in un passaggio intenso della storia Theron non lascia che Meira se ne stia in disparte, non la protegge a tutti i costi, ma anzi la incoraggia a combattere, a prendere parte alla battaglia. Theron è in grado di rendere Meira ancora più forte.
Tutto ciò è semplicemente epico quanto raro, se ci fate caso (insomma, quanti clichè ci sono nei libri da questo punto di vista? Finalmente qualcosa di diverso e reale). 
Devono finire insieme questi due.
Mather.. *meh* non ci siamo. E' indubbiamente affascinante, ma ha dei lati troppo criptici che non mi sono piaciuti. Ci vuole più trasparenza nella vita ragazzo.
Sir è un altro elemento che vi colpirà. Un guerriero a tutti gli effetti, qualcuno che porta sulle spalle il peso della Speranza, quella con la s maiuscola.
Insomma questo un mondo fatto di personaggi viscidi, di persone accecate dall'egoismo e dalla sete di potere. Ma è anche il mondo degli schiavi di Inverno che non hanno abbandonato il sogno della rivincita. 
Snow like Ashes è stata una bella scoperta! Sono spesso tentennante quando si parla di YA fantasy in quanto spesso la parte romance del libro finisce per ricoprire metà degli eventi, ma non è stato questo il caso *urlo di gioia*.
L'unica nota negativa è la caratterizzazione dei personaggi secondari, come per esempio il re Angra. Ma su, possiamo sorvolare per ora.
Oddio, voglio il seguito.
Personaggi: 9,5
Trama: 10
Ambientazione: 10
Sviluppo: 9,5
Giudizio finale: Assolutamente si

2 commenti:

  1. "Oh, wow", me volere. *w*
    Ma quanto è bella la citazione iniziale? Quella sotto il titolo del post, intendo. *O*
    Comunque sei diventata la mia spacciatrice di libri in lingua: io li adocchio e tu li recensisci, e poi mi fai venir ancora più voglia di leggerli. c:

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahahahahaha, ce n'è per tutti i gusti + 1!

      Elimina